Novità e riflessioni

Il Blog di Goodea

Instagram Passion

La cosa che accade di solito all’apertura del profilo Instagram è abbastanza deprimente.

Oltre a dover comprendere le regole di base del funzionamento di questo fantastico social network, possiamo ritrovarci con qualche foto, qualche amico che ha fatto like e due o tre followers. Se l’intento era quello di creare un profilo efficace, in grado di farsi vedere dagli altri per attirare traffico e visitatori per le nostre iniziative allora la delusione può essere enorme.

Riporto quindi qualche riflessione basata su quello che ho trovato in giro, sulla mia personale esperienza (account Italiani) e quello che mi hanno raccontato diversi amici.

  1. Inserisci sotto la foto, nei commenti, hashtag abitualmente usati per aumentare i followers (anche su twitter) #FF (follow friday), #instafollow, # L4L (Like for Like), #tagforlikes e #followback – sembra strano ma funziona. La gente ricambia.
  2. Date un like a quante più foto potete, generalmente ogni 6 like allo stesso utente vale 1 follower. Anche in questo caso ho provato e funziona.
  3. Cercate di organizzare un contest fotografico, invitando gli utenti a caricare foto con un hashtag specifico e ben definito. L’interazione è la base del gioco, quindi stimolarlo con un contest è una buona cosa. A patto di offrire qualcosa in cambio, generalmente visibilità.
  4. Dite alle persone quello che offrite, usando poche ed efficaci parole. Non ci girate intorno, andate al dunque, per spingere gli utenti a visitarvi.
  5. Fate amicizia con gli altri, quindi commentate sotto alle foto che vi interessano. Fatevi notare.
  6. Scegliete una serie di hashtag popolari, usati dagli utenti in fase di ricerca. Usateli nelle vostre foto, aumenterete così le probabilità che gli utenti in fase di ricerca vi vedano. Attenzione però, il flusso di foto scorre molto veloce, quindi quello che non accade nei successivi 10 secondi dopo la pubblicazione non accade più, cioè ho notato che nei primi 10 secondi dalla pubblicazione riceviamo circa il 70% del like. ( #food – #love – #instagood – #tbt – #photooftheday per esempio).
  7. Non ci sono orari predefiniti per caricare foto, dovrete provare e provare sempre. Generalmente Instagram è consultato nei periodi di inattività dallo studio/lavoro/pranzo ecc. quindi fatevi trovare pronti. Poi ci sono diversi fattori che scatenano la curiosità degli utenti di Instagram, ho notato che lo stimolo della ricerca è naturalmente correlato a fatti e accadimenti che possiamo trovare anche su Google Trend oppure sui trend topic di Twitter.
  8. Ricambiate gli utenti che caricano le foto con hashtag di massa come #followme e #likeforlike. Molti di loro ricambieranno.
  9. La qualità sempre al primo posto. Meglio un profilo con foto belle e significative che fatto da centinaia di scatti “arrangiati” e presi all’ultimo minuto. Le foto su Instagram dovrebbero rispondere sempre a una logica di base, non postate inutilmente, non serve a niente.
  10. Occupati con cura del tuo profilo, scrivendo chi sei, che fai, quali interessi hai e se hai un sito, così gli utenti potranno capire qualcosa in più su di te. La genuinità premia sempre.
  11. Ricordati di inserire le “call to action” cioè gli inviti all’azione. Se vuoi ottenere qualcosa devi chiedere. Magari non riceverai risposta ma ci avrai provato. Se non chiedi (vi piace? che ne pensate?) non saprai mai se c’èra qualcuno disposto a rispondere.
  12. Cerca di essere focalizzato sul tuo argomento. Trattare foto di cose diverse disperde l’audience. Se è un profilo che tratta foto di moto, allora arricchisci con particolari e cose sempre coerenti. Se è il tuo profilo personale allora va bene trattare cose della vita quotidiana.
  13. Caricare molte foto non è un problema e rispetto agli altri Social non infastidisce gli utenti. Anzi, è meglio perchè aumenterete le probabilità di essere visti.
  14. Cercate di seguire sempre gli utenti suggeriti da Instagram. Lo faranno anche gli altri con voi.
  15. Geolocalizza le foto, se intendi promuovere il tuo negozio o la tua attività commerciale. Così ti fai trovare dagli utenti interessati a cercare le foto per luogo.
  16. Pianifica per bene le tue pubblicazioni. Non fare come per la teoria dei lampi (Albert-László Barabási) cioè una raffica di foto e poi l’assenza totale per giorni. La programmazione ti aiuterà a gestire il tempo con criterio, abituando i tuoi follower.
  17. Cerca di usare i collage di foto, anche Instagram ha uno strumento che puoi usare (layout). Però attenzione, se hai intenzione di caricare una foto ricca di particolari allora caricala da sola. Le foto raggruppate sono belle solo se sono miscelate per bene. Quindi parsimonia.
  18. Qualcuno ha usato il tuo servizio o il tuo prodotto? Richiamalo nel commenti. Ti aiuterà a generare fedeltà e recensioni.
  19. Una regola generale, riscontrata anche nei testi di usabilità, è che le foto frontali sono sempre più apprezzate rispetto alle altre, oltre alle foto chiare, sempre molto apprezzate.
  20. Non esagerare con i Tag. Così le persone trovano le tue foto e puoi incrementare la possibilità che siano condivise.
  21. Hai già trovato un hashtag della tua pagina, prodotto o servizio? Se non lo hai fatto allora spicciati, però mi raccomando, trovane uno semplice da leggere, da riscrivere e da usare. Così puoi provare ad aumentare la conoscenza del brand, generando fedeltà.
  22. Mostrati per quello che sei davvero. I profili che mettono in luce chi c’è dietro all’account sono quelli con il più alto tasso di crescita nel tempo.
  23. Se hai una foto scattata all’esterno in condizioni di buona luminosità, valuta di non usare alcun filtro. In ogni caso non esagerare con le personalizzazioni, specialmente se pubblichi foto di prodotti.
  24. Il profilo Instagram si promuove soprattutto fuori da Instagram. Quindi non dimenticare di invitare gente sugli altri social e di inserire sempre il collegamento nel sito, nelle email, nelle newsletter e dove puoi.
  25. Se hai una pagina facebook, cerca di seguire su Instagram i tuoi amici. Molti di questi a loro volta ti seguiranno diventando followers. Collegati con quanti più amici è possibile, specialmente con quelli suggeriti in fase di creazione dell’account (probabilmente sono quelli collegati alla tua email).
  26. Cerca di usare sempre i bordi intorno alle foto. Così offrirai, rispetto alla moltitudine di foto che vediamo spesso, un chiaro appiglio visivo. Generalmente è una cosa apprezzata dagli utenti.
  27. E lo storytelling? Quando sarai pronto e disporrai di materiale a sufficienza, cerca di dare un racconto alle cose che pubblichi. In questo modo cercherai di instaurare un legame emotivo tra i tuoi followers e il tuo brand / il tuo profilo. Quando è possibile è la strada da preferire.
  28. Come ogni cosa, sul web e sui Social bisognerebbe avere sempre un obiettivo. Se lavorate alla crescita del vostro brand, l’obiettivo finale sarà quello di convertire followers in clienti finali. Restate focalizzati sull’obiettivo per evitare di prendere altre strade.
  29. Cerca di redigere una lista di hashtag rilevanti per il tuo ambito / settore. Quando non sai come fare, vedi da quelli più bravi di te. Studia i tuoi competitor, anche quando sono infinitamente più grandi.
  30. Alla fine l’unica cosa che conta è l’impegno. Impegno e duro lavoro equivalgono a successo, popolarità e visibilità online. Quindi conversioni e lavoro.