Novità e riflessioni

Il Blog di Goodea

Progettare un e-commerce

Guest post di Iolanda D’Onofrio

Quali sono le pagine più importanti di un-ecommerce

Abbiamo già parlato delle diverse tipologie di e-commerce e di come target di riferimento e tipologia di prodotto ne definiscono le peculiarità.

Una volta identificata la tipologia di e-commerce da strutturare, si può procedere con costruzione del sito. In generale, un e-commerce necessita di più pagine rispetto ad uno puramente informativo, poiché occorre costruire contenuti ad hoc per le esigenze dei consumatori, una tra tutte quella di acquistare. Occorre, dunque, creare un percorso idoneo per la soddisfazione di questo bisogno.

Le pagine da creare per un sito di commercio elettronico possono essere infinite, partendo dalla homepage, passando alla pagina prodotti, alle politiche di reso fino ad arrivare alle wishlist.

È consigliabile, per chi è all’inizio di questo percorso, costruire solo le pagine più importanti. Solo in una successiva fase di ottimizzazione si potranno aggiungere pagine più specifiche e strutturare il sito con elementi più complessi.

A prescindere dal numero di pagine che compongono il sito è necessario che la struttura sia chiara affinché il percorso di navigazione risulti semplice per l’utente.

Un e-commerce efficace si vede dalla facilità di utilizzo

L’e-commerce ormai non è più qualcosa di nuovo, gli utenti non hanno bisogno di sentirsi dire di cosa si tratta. Se in passato poteva apparire una novità e dunque era necessario spiegare tutte le pagine e i passaggi, oggi non è più così. Il pubblico al quale ci rivolgiamo è ormai abituato a “smanettare” online e, la maggior parte esso, sicuramente avrà già acquistato su un e-commerce; per queste ragioni è utile concentrarsi esclusivamente a costruire un sito di facile utilizzo.

Le pagine più importanti per la costruzione di un e-commerce sono:

  • Homepage;
  • Pagina di categoria;
  • Pagina di prodotti;
  • Area Personale;
  • Carrello;
  • Pagina di pagamento e spedizione.

Homepage

La homepage è la pagina cruciale del sito, in quanto funge da introduzione per l’utente alla società, ai suoi prodotti e al sito stesso. La pagina deve trasmettere affidabilità, deve indicare chiaramente il tipo di prodotto venduto e invitare gli utenti ad effettuare un acquisto.

La homepage è la prima vetrina del sito, è come un biglietto da visita, il cliente costruirà su di essa gran parte dell’opinione riguardante il sito e la società.

Pagina di categoria

La pagina di categoria mostra l’elenco dei prodotti differenziati per tipologia (e relative sottocategorie), esse aiutano gli utenti a trovare le pagine dei prodotti e quelli che desiderano acquistare. Le pagine di categoria definiscono le classi dei prodotti per gli utenti e li introducono agli articoli. 

Pagina di prodotto

Le pagine di prodotto sono fondamentali per il successo di un sito. Rappresentano l’unico “luogo” dove l’utente può raccogliere informazioni su un prodotto e dunque scegliere se acquistare o meno un determinato oggetto. La pagina deve includere informazioni complete sul prodotto, in modo tale che i clienti abbiano informazioni sufficienti per prendere una decisione di acquisto.

Descrizioni solide e complete del prodotto danno fiducia ai clienti.

Le descrizioni dovrebbero essere complete. Gli utenti solitamente prestano molta attenzione alle prime righe, quindi l’ideale sarebbe non sprecarle ed andare direttamente al punto.

I siti che hanno maggior successo sono quelli che offrono descrizioni di prodotti brevi e concise. Le immagini, insieme alla descrizione, dovrebbero fornire agli utenti un quadro completo. Solitamente la pagina dei prodotti è una pagina subordinata alla pagina di categoria.

Area personale

L’area utente si compone di più azioni, per accedere e gestire l’area utente è necessaria una prima registrazione. L’azienda deve obbligatoriamente offrire quest’opzione sul proprio sito, ma la registrazione non deve essere imposta al cliente, che deve essere libero di poter acquistare anche senza di essa.

Carrello

Gli scopi del carrello sono quelli di fornire:

  • Un riepilogo degli articoli selezionati dall’utente;
  • Un mezzo per modificare le quantità e/o rimuovere gli oggetti;
  • Un subtotale per gli articoli selezionati.

La pagina “Carrello” è importantissima per il sito, un buon lavoro svolto su di essa può avere due conseguenze positive: 

  • Agevolare l’acquisto dell’utente,
  • Fidelizzarlo.

Dal carrello poi si passerà al processo d’acquisto.

I processi dovrebbero iniziare con la revisione del carrello degli acquisti e terminare con un riepilogo, in cui gli utenti possano esaminare l’ordine e avere in seguito una conferma.

Pagina di pagamento e di spedizione

Il processo di pagamento e di spedizione deve avvenire su una pagina separata dal carrello, per non creare confusione, poiché non sempre tutto quello che è nel carrello sarà acquistato dagli utenti.

Molte volte i carrelli vengono usati come “promemoria”, quindi è necessario non confondere la pagina di acquisto con il carrello.

Una volta che si è riepilogato l’ordine e si è confermato l’acquisto occorre inserire dei form per consentire l’inserimento delle informazioni di pagamento.

In ugual modo occorre procedere per l’inserimento delle informazioni di spedizione.

Ognuno di questi passaggi deve essere presentato chiaramente. Questa è una fase molto delicata del processo di acquisto, poiché verranno chiesti dati sensibili, quindi occorre innanzitutto avere una gestione dei dati adeguata alla normativa GDPR e in secondo luogo la gestione dei dati deve avvenire con la massima trasparenza.

In una prima fase di costituzione del sito le pagine menzionate sono sufficienti a garantire una struttura e-commerce corretta ed esaustiva.

Man mano che si procederà con una costruzione più complessa potranno essere inserite pagine e funzionalità aggiuntive, senza mai dimenticare che agli occhi dell’utente il processo di navigazione deve risultare sempre chiaro.

Stai pensando di sviluppare un tuo progetto? Parlane con noi.